mercoledì 23 luglio 2014

Back loop hat

Avevo l'idea di fare un cappellino all'uncinetto semplice ma non banale per utilizzare un filato fatto a mano. Avevo un avanzo di Kureyon da usare come campione. Ecco nato il Back Loop.
Back loop è la parte sul retro della maglia di base sotto la quale si infila l'uncinetto, tecnica ampiamente usata nella costruzione di questo cappellino, che ha un nome inglese perché le istruzioni da caricare su Ravelry le ho scritte, appunto, in inglese. Poi però ho deciso di pubblicare anche la versione in italiano. Eccola.


Uncinetto 5.5mm
ca 70g di Noro Kureyon
taglia adulto

Nota: sostituisci la prima maglia bassa di ogni riga (e giro) con una catenella (2 per la maglia alta).
Fai una catenella di 8 maglie. Su di essa fai una prima riga di 8 maglie basse.
Gira e continua a lavorare a m.b. avendo cura di lavorare le sei maglie centrali sull'anello sul retro della maglia di base (back loop).
Continua a lavorare fino a raggiungere un'altezza corrispondente alla circoferenza della testa (presa bene aderente!). Unisci l'ultima riga alla prima con otto maglie bassissime. Adesso comincia a lavorare lungo il lato lungo, a maglia alta:
1 giro a m.a., 1 giro a m.b., per 3 volte (totale 6 giri) - ricorda che, tranne per la primissima riga, i punti vanno presi tutti sul retro.
Giro 7: * 10 m.a., 2 m.a. insieme * ripeti da * a * fino alla fine del giro (non importa se il giro termina nel mezzo del motivo) nota: per fare 2 m.a. insieme comincia ad eseguire una maglia senza chiuderla, fai la seguente e chiudile insieme.
Giro 8, 10, 12, 14, 16 : m.b.
Giro 9: * 8 m.a., 2 m.a. insieme *
Giro 11: * 6 m.a., 2 m.a. insieme *
Giro 13: * 4 m.a., 2 m.a. insieme *
Giro 15: * 1 m.a., 2 m.a. insieme *
Giro 17: * 2 m.a. insieme *
Segue un giro continuo di 2 m.b. insieme fino a chiudere il buco centrale, fissando il filo sul retro.
Buon divertimento!

lunedì 14 luglio 2014

Girogirotondo..


Quando abbiamo cominciato a lavorare a maglia? A quanto pare la classica lavorazione a due ferri risale al 1600, mentre si lavora in circolo, con quattro ferri, dal Medio Evo (in Europa, ma la tecnica arrivò in Spagna con gli Arabi, quindi è più antica).

Insomma, da che mondo è mondo, a maglia si fanno guanti e calze. Ovvero l'unica cosa che io proprio non riesco a fare. Inaccettabile! Devo trovare una soluzione, ne va del mio orgoglio! E considerando che proprio non ho voglia d'impiccarmi con i quattro ferri, invocando tutti i santi del paradiso, come sempre succede quando ci riprovo, ho deciso di acquistare i ferri circolari da 23 cm.


Sarà la volta buona?

lunedì 7 luglio 2014

Tour de France → Tour de fleece!

Lo confesso, seguo il ciclismo in tv. Mi fa compagnia mentre faccio altro (lavoro a maglia o uncinetto, filo, cucino, leggo, navigo, scrivo, sonnecchio, telefono...), e non richiede troppa attenzione. E quindi ho finito per appassionarmi alle grandi corse, come il Tour de France. Poi ho scoperto che su Ravelry, in concomitanza col Tour, esiste un evento detto Tour de Fleece, una sorta di gara a squadre che coinvolge le amanti dello spinning lanoso!


Ho scelto di partecipare con la squadra handspunstagram. Insomma, ogni scusa e' buona per mettere le mani nelle lana!